PIEZONUCLEAR REACTIONS FROM BRITTLE FRACTURE

PIEZONUCLEAR REACTIONS FROM BRITTLE FRACTURE

 

CLICCA SULL’IMMAGINE PER CONSULTARE E/O SCARICARE LA PRESENTAZIONE IN FORMATO PDF

(in lingua inglese)

 

La scoperta è stata presentata pubblicamente presso

l’Accademia delle Scienze nella sede di Torino

mercoledì 10 Dicembre 2008

durante la seduta della classe di scienze naturali.

 

PROGRESSO

PROGRESSO

partendo da una considerazione di Stephen Hawking:

L’idea è che, in ogni popolazione di individui che si autoriproducono, ci saranno variazioni nel materiale genetico e nell’educazione dei diversi individui. In conseguenza di tali differenze alcuni individui saranno migliori di altri nel trarre conclusioni giuste sul mondo che li circonda e nell’agire di conseguenza.  Questi individui avranno maggiori possibilità di riprodursi e sopravviere, cosicchè il loro modello di comportamento e di pensiero verrà a dominare.

S. Hawking

Ora se è vero che le attività umane incidono sull’ambiente modificandolo anche in modo profondo, forse sarebbe utile accettare che i paletti fissati per progredire (scientifici e culturali), andrebbero afferrati con forza al solo scopo di abbandonarli (non per stazionarci). Ci sono comportamenti che non solo contrastano con questa attitudine mentale, ma che ne minano il principio con una attività di contrasto a cavallo tra etica, religione, filosofia, cultura. Il desiderio che una cultura, un valore o una tradizione si mantengano integri in eterno, contrasta col concetto di progresso anche in modo violento. La violenza ovviamente non deve essere necessariamente fisica ma anche culturale (satirica, intimidatoria, mediatica e magari di regime).

Ma il progresso funziona in un solo modo: i paletti sono riferimenti temporanei cui non si può pretendere di affezionarsi. Sono indispensabili nella misura in cui si sarà pronti ad abbandonarli e perfino a perderli di vista.

D’altra parte va anche riconosciuto che certi comportamenti o idee, in un ambiente che non subisce mutazioni significative, possono essere preservati, mantenuti e manutenuti, coltivati, trasmessi a futuri individui, garantendo la loro sopravvivenza e discendenza.

Ciò che va conservato o abbandonato finisce così nella sfera intellettuale(di gruppo, setta, o individuale) che la varietà umana garantisce.

Come si può quindi individuare con certezza univoca quali bagagli culturali si trasformano in… zavorra?

Si può prendere esempio dalla prontezza con cui la scienza abbandona una teoria errata o incompleta, oppure si rischia di danneggiare la componente umanistica del progresso?

S. Hawking – Dal big bang ai buchi neri

Bibl. Universale Rizzoli

INTERCALARE

INTERCALARE

"tricolore"

"la Teoria è quando si sa tutto e niente funziona.

La Pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perchè.

Noi

{in Italia}

abbiamo messo insieme la Teoria e la Pratica:

non c’è niente che funzioni e nessuno sa il perchè"

Albert Einstein